X

Storia

La storia della nostra Azienda inizia nel lontano 1890...
storia-1

La Famiglia Priorelli

La storia della nostra Azienda inizia nel lontano 1890, quando Alfonso Priorelli, all’epoca poco più che ventenne, ereditò dal padre Luigi la tenuta Podere Castagna Alta, situata in una delle più caratteristiche zone dell’Umbria, tra le splendide colline che collegano Assisi, Gubbio e Perugia.
Il giovane Alfonso, al suo arrivo alla tenuta, trovò una situazione in stato di abbandono e degrado, ma capì subito che il territorio era fortemente vocato all’olivicoltura grazie al suo microclima e ai suoi terreni calcarei e iniziò un intenso lavoro volto a recuperare i vecchi oliveti risalenti al ‘700 e a crearne dei nuovi.
In pochi anni, grazie alle sue innate qualità di olivicoltore e a molti sacrifici, raggiunse il suo obiettivo: la produzione di quell’olio eccellente che lui amava chiamare “il mio oro verde”.

L'Azienda priorelli

Dopo vari avvicendamenti generazionali, a 100 anni dall’inizio dell’attività intrapresa da Alfonso, l’Azienda, a partire dagli anni ’90, ha un nuova spinta vitale grazie all’intervento di Massimo e Paolo Pencelli, pronipoti del fondatore, che hanno deciso di investire nuove risorse nell’attività olivicola.
I fratelli, al loro esordio in azienda, si rendono immediatamente conto che per far conoscere i propri extra vergini fuori dall’Umbria devono puntare sull’eccellenza, quindi sulla produzione di olii di grande livello.
Grazie ad investimetni mirati, nascono così nuovi oliveti intensivi, un nuovo frantoio a ciclo continuo, un impianto di imbottigliamento sotto camera sterile ed un ampio locale di stoccaggio climatizzato.
Tutto questo è stato realizzato nel rispeto della natura; il Podere Castagna Alta è infatti un’azienda biologica certificata dal 1997.

storia-2

Umbria.
Un luogo e un olio meraviglioso.

“L’inizio della storia che oggi io e mio fratello possiamo raccontarvi ha origine in un uliveto, quello che tutti i giorni nostro bisnonno curava e che, come prima di lui, faceva suo padre. Il lavoro in campagna anticamente non era un mestiere, era più una fonte di vita, quella necessaria per andare avanti.
Ma nostro bisnonno, Alfonso Priorelli, non era come gli altri. Per noi, per quello che siamo diventati ora, lui è stato un vero illuminato, un uomo di campagna ma anche un pensatore: aveva capito che tutte quelle piante e quella passione che provava nel vederle maturare, potevano essere un mestiere, un sogno, da lasciare alla sua famiglia.
Semplicemente grazie.”

Le nostre linee di prodotti

footer-storia-sx
linea-dx

Resta sempre aggiornato su tutte le novità. Iscriviti alla newsletter!

Iscriviti